Spedire i pacchi di un ecommerce: occhio agli indirizzi

on .

Spedire pacchi con un ecommerceSpedire i pacchi di un ecommerce sembra un’attività tutto sommato semplice: si confeziona il prodotto, si trascrivono i dati del cliente e si attende il passaggio del corriere. Spesso però, accade che la spedizione venga compromessa da errori inattesi. Un cognome sbagliato, un indirizzo incompleto, un numero civico non aggiornato… solo per quanto riguarda i dati di spedizione, sono tante le incognite alle quali si può andare incontro. E non per forza bisogna pensare che il responsabile sia chi si occupa della spedizione. Il più delle volte, al contrario, è il cliente stesso a sbagliare. Fretta, distrazione, stanchezza e altri fattori portano all’inserimento di dati che presentano uno o addirittura più errori, dove per errori si intendono anche omissioni e informazioni obsolete.

Il risultato più evidente sono ritardi e consegne mancate, ma fermarsi a queste conseguenze vorrebbe dire sottovalutare il problema. Non avere un sistema sicuro e collaudato per spedire i pacchi di un ecommerce implica, nel lungo periodo, il rischio di ricevere feedback negativi, sostenere costi superflui, sprecare tempo e, in definitiva, lasciare spazio alla concorrenza. In un’epoca dominata da pochi, grandi colossi, correre simili pericoli significa arrendersi in partenza. Meglio dunque assicurare all’utente un’esperienza di acquisto all’altezza delle aspettative fino alla consegna dell’ordine. Ma come avere la certezza che una persona esterna all’ecommerce, in fase di acquisto, sia messa nelle condizioni di fornirci dati corretti e aggiornati? La risposta si chiama data entry validation ed è uno dei fattori che distinguono un ecommerce strutturato da un ecommerce gestito con approssimazione. Vediamo nel dettaglio in cosa consiste il data entry validation e perché è così importante per un negozio online.

COME FUNZIONA LA VALIDAZIONE DI INDIRIZZI IN DATA ENTRY

In qualunque eshop, l’inserimento dell’indirizzo avviene attraverso una procedura di registrazione o autenticazione. L’utente, in altre parole, deve compilare determinati campi inserendo nome, cognome, indirizzo di spedizione, numero di telefono e altre informazioni del caso. Se l’inserimento non è controllato da un apposito programma di validazione, può capitare che uno o più campi riportino errori di vario genere, errori di cui né l’utente né l’amministratore dell’ecommerce verrà mai a conoscenza, se non quando è troppo tardi. Il lavoro svolto da un programma apposito azzera questi rischi perché sottopone i dati a una verifica immediata, con eventuale correzione in tempo reale. L’indirizzo immesso per la spedizione del pacco risulta a questo punto bonificato e pronto per la stampa.

Ma nel caso del software Egon per la validazione di indirizzi, la funzione di bonifica può essere arricchita con ulteriori lavorazioni del dato. Queste includono la conversione automatica dell’indirizzo nel formato di riferimento utilizzato dal sistema postale del paese target, la traduzione dei singoli termini in inglese, francese, tedesco e altre lingue, e ancora l’aggiunta di coordinate geografiche, codici di aree territoriali e numero di telefono del cliente. Funzionalità simili, previste dalla suite Egon in applicativi e ambienti differenti, eliminano qualunque ambiguità del dato e permettono di ampliare i margini di azione di un ecommerce a livello di marketing, analisi dati, profilazione clienti, tracciamento del pacco spedito e molto altro ancora.

ALTRE FUNZIONI PER SPEDIRE PACCHI SENZA ERRORI

Non sempre e non per forza l’ecommerce si appoggia a un software avanzato come Egon fin dall’inizio dell’attività. È molto più frequente il caso inverso: dopo anni di crescita, arriva il giorno in cui bisogna fare il passo di qualità e impostare un sistema di data entry validation all’avanguardia. A questo punto però, è probabile che l’ecommerce disponga già di un database digitale con centinaia se non migliaia di indirizzi postali, accumulati nel corso degli anni a seguito degli ordini ricevuti. Difficile immaginare di gestire con il classico data entry un patrimonio così vasto: per evitare di perdere tempo prezioso e sprecare denaro, è sufficiente ancora una volta affidarsi alla suite Egon. Si avrà in questo modo la possibilità di controllare, arricchire, aggiornare, deduplicare interi database con diverse modalità, da quella massiva (batch) a quella online, fino alla validazione integrata in sistema quali Windows, Linux, Unix, IBMi, Mainframe ecc o ambienti standard, sotto forma di plug-in aggiuntivo in infrastrutture preesistenti, quali IBM, Oracle, Google, Microsoft, SAP e Windows. Non resta che passare all’azione e provare la demo gratuita di Egon o contattarci senza impegno per maggiori informazioni. Mettici alla prova e scopri come spedire i pacchi del tuo ecommerce in tutto il mondo!

 

Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0